Quinto Conto Energia

A fine marzo 2012 ancora il conto energia in vigore è il “Quarto Conto Energia (DM 05/05/2011)”, non è però da escludere che un “Quinto Conto Energia” sia alle porte.

 

Tagli agli incentivi dal 1° luglio 2012 al raggiungimento del tetto dei 6 miliardi. Previsti 500 mln di euro l’anno fino al 2014. Stando a quanto appena detto sembra infatti che il Governo stia varando le nuove norme, che dovrebbero essere approvate ed entrare in vigore nei prossimi mesi. Sembra quindi che si stia avvicinando la data del rilascio del Quinto Conto Energia per il fotovoltaico.

La bozza del Quinto Conto Energia, in via di predisposizione da parte dei tecnici dei ministeri dello Sviluppo economico e dell’Ambiente, prevede solo 500 milioni di euro all’anno per gli incentivi al fotovoltaico. Stando al testo della bozza di decreto, il Quarto Conto Energia terminerà il 30 giugno di quest’anno quando cioè sarà raggiunto il tetto massimo dei 6 miliardi di euro messi a disposizione dal D.M. 5 maggio 2011 (art. 2, comma 3). Tale obiettivo doveva essere raggiunto a fine 2012, ma sarà invece raggiunto a metà anno, appunto per questo il Quinto Conto Energia partirà dal 1° luglio 2012.

 

Saranno messi a disposizione solo 500 milioni l’anno fino al 31 dicembre 2014. Numeri diversi rispetto a quelli del Quarto Conto Energia, che invece stanziava per metà 2011 e per tutto il 2012 fondi per 810 mln di euro solo per i grandi impianti, senza prevedere alcun limite di budget per i piccoli impianti.

 

Il Quinto Conto Energia si applicherà agli impianti fotovoltaici, agli impianti fotovoltaici integrati con caratteristiche innovative e agli impianti fv a concentrazione, come definiti da D.M. 5 maggio 2011. Il costo annuo indicativo degli incentivi per ciascuno dei semestri non supererà gli 80 mln di euro per gli impianti fotovoltaici, i 10 mln per quelli integrati con caratteristiche innovative e i 10 mln per gli impianti a concentrazione.

Gli impianti fotovoltaici fino a 12 kWp, indipendentemente da dove verranno installati non dovranno essere iscritti al registro impianti e accederanno agli incentivi GSE direttamente.

 

Gli impianti fotovoltaici la cui potenza di picco risulta essere superiore a 12 kWp dovranno essere iscritti al Registro GSE. Il Registro, sarà aperto all’iscrizione di impianti da realizzare nel semestre successivo e comunque l’impianto dovrà essere realizzato entro un anno dall’autorizzazione.

 

Gli incentivi GSE per il fotovoltaico scaturiti dal Quinto Conto Energia sono la somma della Tariffa omnicomprensiva e della Tariffa di autoconsumo.

Quinto Conto Energiaultima modifica: 2012-04-26T20:37:00+02:00da glarocca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento