Quarto Conto Energia, il ministro Romani chiarisce

 

Il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani, rispondendo ad un’interrogazione parlamentare, chiarisce il punto che “per accedere alle tariffe incentivanti del quarto Conto Energia, i grandi impianti, nel 2011 e 2012, devono essere iscritti al registro del GSE in posizione utile e inviare al GSE la certificazione di fine lavori entro termini prefissati”.

Pannelli fotovoltaici, conto energia, fotovoltaico, incentiviNell’interperlanza si chiede al Ministro in particolare una contraddizione tra l’art. 6, comma 4, del quarto Conto Energia, che recita “In tutti i casi la tariffa incentivante spettante è quella vigente alla data di entrata in esercizio dell’impianto” e l’art. 5 delle Regole tecniche del GSE nel quale si legge che “la tariffa incentivante spettante agli impianti è quella vigente alla data di entrata in esercizio dell’impianto, purché l’impianto stesso sia stato iscritto nel registro in posizione tale da rientrare nei limiti specifici di costo del periodo di riferimento. Ai grandi impianti, entrati comunque in esercizio dal 31 agosto 2011 al 31 dicembre 2012, senza essere iscritti nel registro in posizione tale da rientrare nei limiti specifici di costo del periodo di riferimento, per i quali i soggetti responsabili chiederanno l’ammissione agli incentivi a partire dal 2013, sarà attribuita una data convenzionale di entrata in esercizio per la determinazione della spettante tariffa, coincidente con il primo giorno del semestre nel quale viene effettuata la richiesta al GSE successivamente al primo gennaio 2013. Rimane valida l’obbligo della comunicazione al GSE della richiesta di incentivazione entro 15 giorni dalla suddetta data convenzionalmente individuata”.

Questo determina l’impossibilità reale per chi non dovesse accedere al registro di poter completare il proprio investimento.

Il Ministro Paolo Romani ha sottolineato che prima di leggere il comma 4 dell’art. 6, occorre prestare attenzione al comma 3 che identifica le condizioni che i grandi impianti devono rispettare nel 2011 e 2012 per accedere agli incentivi, e cioè l’iscrizione al registro in posizione utile e il rinvio al GSE della certificazione di fine lavori entro termini prefissati. Tale norma costituisce il principio generale entro il quale si colloca il sistema di incentivazione del fotovoltaico.
 
Il successivo comma 4 è solo una disposizione di dettaglio tesa a chiarire che la tariffa incentivante è quella della data di entrata in esercizio, fermo restando il rispetto nel biennio 2011-2012 delle condizioni del comma 3.

L’interpretazione dell’interrogante consentirebbe invece ai grandi impianti di accedere alle tariffe incentivanti per gli anni 2011 e 2012 senza alcun limite.

 

Quarto Conto Energia, il ministro Romani chiarisceultima modifica: 2011-06-21T13:09:00+02:00da glarocca
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento